RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DALL’OBBLIGO DI ASSUNZIONE

I datori di lavoro che non si trovano nelle condizioni di poter inserire l’intera percentuale di persone disabili, possono ricorrere all’istituto dell’esonero ed essere parzialmente esonerati dall’obbligo di assunzione come previsto dall’art. 5 della Legge 68/1999.

L’esonero (legge 68/99 art 5 comma 3bis) è rivolto ai datori di lavoro che occupano addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio ai fini INAIL pari o superiore al 60 per mille.
La procedura di esonero è sostituita da un’autocertificazione del datore di lavoro, in cui si attesta che i lavoratori di cui sopra sono esclusi dalla base di computo e sono obbligati a versare al Fondo per il diritto al lavoro, un contributo esonerativo pari a 30.64 euro per ogni giorno lavorativo per ciascun lavoratore con disabilità non occupato.

Le condizioni e l’iter amministrativo che i datori di lavoro interessati devono rispettare sono i seguenti:
a) Versare al fondo per il diritto al lavoro delle persone con disabilità (articolo 13, della legge 68/1999) un contributo pari a 30,64 euro per ogni giorno lavorativo, per ciascun addetto con disabilità non occupato. Il contributo è calcolato convenzionalmente su 5 giorni lavorativi a settimana, pari a 22 giorni al mese; b) Autocertificare l’esonero dall’obbligo di copertura delle quote di riserva, per quanto concerne i medesimi addetti.

L’esonero parziale autocertificato viene dichiarato direttamente al Ministero del Lavoro attraverso il portale cliclavoro.gov.it https://www.cliclavoro.gov.it/Aziende/Pagine/Collocamento-mirato.aspx e non prevede una procedura Provincia/Città Metropolitana di gestione.
Nel caso di richiesta di “esonero parziale autorizzato”, invece, l’iter procedurale è quello di seguito descritto.Il datore di lavoro che richiede l’esonero autocertificato presenta la richiesta on line tramite l’applicativo COB (comunicazione obbligatorie) del Sistema Informativo Unitario Lombardia (SIUL), allegando la relazione qualitativa/quantitativa sulla presenza di faticosità, pericolosità e particolari modalità di svolgimento del lavoro e apponendo marca da bollo da 16,00 €. La richiesta viene ricevuta e automaticamente protocollata tramite il Sistema Informativo Sintesi.
La richiesta va fatta presso il collocamento mirato ove si trova la sede legale dell’azienda, anche se riguarda altre province/regioni.

La verifica della domanda dell’azienda viene effettuata tramite il controllo:

a) della completezza della compilazione del modello;
b) della sede operativa di esonero in Provincia/Città Metropolitana o competenza per sede legale;
c) della presenza e corretta compilazione dell’allegato qualitativo/quantitativo;
d) del raggiungimento dell’ottemperanza del datore di lavoro in ragione della richiesta di esonero e di eventuali altri istituti (convenzioni, assunzioni…) attivati o richiesti.

Il procedimento può essere sospeso per richiedere integrazione di documentazione alla Direzione Territoriale del Lavoro (DTL). Se il riscontro è positivo viene generata la bozza di documento di esonero. Se il riscontro è negativo viene generata la bozza di documento di diniego.
La bozza del documento generato viene inviata all’azienda per la firma digitale, tramite il Sistema Informativo Unitario Lombardia (SIUL).

Contatta il PROMOTORE68 di riferimento per il territorio della tua  azienda 

Hotspot Image
Torna su